lombardia,  provincia di varese

Cascate in provincia di Varese – Cascate del Ronco

La cascata del Ronco si trova a Rancio Valcuvia in località Valle Ronc.

Una volta parcheggiato nei pressi della ditta A-27 in via Valganna 12, proseguite per qualche metro sulla strada e troverete la partenza del sentiero alla vostra sinistra.
Ci troviamo sul sentiero 19 del Parco del Campo dei Fiori che da Rancio Valcuvia porta fino a Cunardo.

Il tratto da percorrere a piedi è molto breve.
Dopo pochi metri dall’imbocco del sentiero, si devia a destra seguendo le indicazioni “alla cascata” ben visibili.

Raggiunto il torrente si svolta a sinistra e si costeggiano i resti del vecchio mulino.
La cascata vi apparirà dietro l’angolo.

la cascata inizia a vedersi

Da questo punto si riesce a scorgere solo il salto più basso, mentre quello più alto resta nascosto dietro la roccia.

Per avere una visuale migliore della cascata bisogna entrare nel vecchio mulino e, prestando attenzione, affacciarsi dalla finestra più a sinistra. Da questa posizione si riesce a vedere anche l’altro salto.

Tornando al bivio e proseguendo sul sentiero si arriva fino all’orrido di Cunardo. Non è recintato, quindi tecnicamente accessibile da tutti, ma è sconsigliata la visita a chi non è esperto in quanto è totalmente buio all’interno e in alcuni punti è scivoloso.
Noi lo abbiamo visitato accompagnati dal gruppo Grotte del CAI Carnago e dal gruppo Speleologico Prealpino con l’attrezzatura necessaria.
Sul nostro canale youtube trovate il video di quell’esperienza.

Da qui potete proseguire la giornata verso Arcumeggia e il suo borgo dipinto. Se invece volete continuare a tema cascate, poco distanti si trovano la cascata Fermona a Ferrera di Varese o la cascata Pesegh a Brinzio.

Scopri le altre cascate che abbiamo visitato in provincia di Varese.

Se volete restare aggiornati sulle nostre nuove avventure seguiteci su Instagram e Facebook.
Iscrivetevi alla newsletter per essere informati sull’uscita di nuovi post.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *