• Ponte tibetano Carasc – Canton Ticino

    Tra i comuni di Sementina e Monte Carasso, vicino a Bellinzona nel Canton Ticino, dalla primavera del 2015 si trova il ponte tibetano Carasc, costruito per collegare la vallata che divide i due paesi. Il ponte è posto ad una quota di 696 metri. È lungo 270 metri e ha un’altezza massima dal suolo di 130 metri. È un’ottima meta se si vuole passare qualche ora all’aria aperta. Da Milano è raggiungibile in circa 2 ore e mezza passando da Lavena Ponte Tresa. Fate attenzione che per utilizzare l’autostrada svizzera è necessario il bollino. In alternativa si possono percorrere le strade normali: da Ponte Tresa a Monte Carasso ci sono una…

  • Cascate in provincia di Varese – Cascata del Pesegh

     La cascata del Pesegh si trova a Brinzio, appena fuori dal centro abitato, sulla strada che porta a Rancio Valcuvia. L’inizio del sentiero è posizionato appena terminate le case ma come spesso accade le indicazioni sono scarse e poco visibili dalla strada. Noi siamo tornati una seconda volta e nonostante sapessimo dove fosse siamo andati lunghi ed è stato necessario fare inversione per parcheggiare. Non esiste un vero e proprio parcheggio, potete lasciare la macchina nell’erba a fianco dell’ultima casa (sulla sinistra arrivando da Brizio) oppure in una piccola rientranza un po’ più avanti rispetto all’inizio del sentiero (sulla destra). È presente un cartello, non molto visibile, che indica la…

  • Cosa vedere in Istria: Vodnjan e i murales

    Vodnjan (Dignano in italiano) è una cittadina a 10 km da Pula in stile medioevale. Sulle guide turistiche è citata per il campanile della chiesa di San Biagio (Crkva svetog Blaža) che è il più alto dell’Istria con i suoi 62 metri di altezza ma basta iniziare a passeggiare per le sue vie per capire che nasconde un “segreto”. Ho scoperto dell’esistenza dei murales grazie a instagram e a un post di Federica del blog Io viaggio così che ha visitato l’Istria e Vodnjan la scorsa estate. Vodnjan è stata sede dal 2012 al 2016 del Boombarstick, un festival di urban art e musica, durante il quale sono stati realizzati un totale…

  • Capodanno in Istria

    Se ci conoscete da un po’ avrete sicuramente capito che amiamo la Croazia. Per festeggiare in modo diverso dal solito il Capodanno abbiamo deciso di trascorrere gli ultimi giorni di Dicembre in Istria, zona che abbiamo già visitato due volte ma sempre in agosto. Come facciamo in estate abbiamo affittato un appartamento, è stata la prima volta tramite Airbnb, questa volta più grande rispetto ai nostri standard perché con noi c’erano mio fratello e la sua ragazza e abbiamo scelto come “campo base” Pula che anche loro conoscono bene. Siamo partiti il 28 dicembre e siamo rientrati in Italia il 1° gennaio, senza contare i giorni di viaggio, abbiamo avuto…

  • Il nostro 2017

    Il 2017 non è stato un bel anno per molti aspetti ma siamo sopravvissuti in qualche modo. Siamo però riusciti ad andare a visitare moltissimi luoghi. Ad esclusione della Croazia, siamo rimasti sempre vicino a casa, girovagando per la Lombardia (principalmente nelle province di Milano e Varese) con qualche fuga in Piemonte e Svizzera. Ho selezionato un luogo per ogni mese, anche se la scelta non è stata facile. Gennaio: Passeggiata sul lago di Ghirla (VA) Ha fatto decisamente freddo da queste parti lo scorso inverno, talmente freddo che il lago di Varese e i laghi della Valganna si sono ghiacciati. Abbiamo colto l’occasione e siamo andati a camminare sul…

  • I Balcani nei libri

    Sono nata alla fine degli anni Ottanta, ero quindi troppo piccola quando si è svolta la guerra nei Balcani e non mi ricordo niente di quel periodo. Amando questa zona d’Europa ho deciso di leggere qualche libro per scoprire cosa fosse successo in quegli anni ed essere più consapevole una volta sul posto. Ci stiamo avvicinando al Natale, chissà che questo post vi possa dare qualche spunto per fare un regalo a degli amanti dei Balcani. * Diario di Zlata. Una bambina racconta Sarajevo sotto le bombe – Zlata Filipovic   E’ una lettura facile e veloce, adatta anche ai bambini. L’autrice quando scoppiò la guerra a Sarajevo aveva solo 11 anni.…

  • Cosa vedere a Zagabria: Zagreb 360°

    Dopo il Museo delle illusioni voglio parlarvi dello Zagreb 360°, la terrazza panoramica nel centro di Zagabria dalla quale potete vedere tutta la città. Lo Zagreb 360° si trova al 16° piano di un grattacielo in Ilica 1a, all’inizio di piazza J. Jelačića. Vi consiglio di inserirlo tra i primi luoghi da visitare. La visita è possibile 365 giorni l’anno dalle 10 alle 23:45, tranne in caso di eventi privati durante i quali l’accesso non sarà consentito. Il biglietto d’ingresso costa 60kn (8€), 30kn per i bambini fino a 150cm. Lo so che non è propriamente economico ma con l’acquisto del biglietto si ottiene la Zagreb 365, una tessera che offre sconti…

  • Un anno da soci FAI

    Esattamente un anno fa siamo diventati soci FAI quasi per caso, approfittando dello sconto sulla quota di iscrizione. Abbiamo scelto di fare la tessera “coppia” pagando 50€ invece dei 60€ che si pagano il resto dell’anno. Credo che tutti sappiate cos’è il FAI (Fondo Ambiente Italiano), per chi non lo conoscesse è un ente senza scopo di lucro nato nel 1975 per tutelare, salvaguardare e valorizzare il patrimonio artistico e naturale italiano attraverso il restauro e l’apertura al pubblico dei beni storici, artistici o naturalistici ricevuti per donazione, eredità o comodato. Ad oggi i beni in gestione al FAI sono 37, sparsi per tutta Italia. I primi due luoghi acquisiti sono…

  • Porte aperte ai luppoli – visita al birrificio Poretti

     Il birrificio Angelo Poretti organizza quattro volte l’anno le “Porte aperte ai luppoli”, delle giornate in cui la fabbrica viene aperta gratuitamente al pubblico per farne conoscere la storia e lanciare la versione stagionale della birra 7 luppoli. Il birrificio si trova a Induno Olona (Va) in Valganna, nello stesso punto in cui è stato fondato nel 1877 da Angelo Poretti, originario della zona. Gli edifici sono realizzati in stile liberty, con i colori richiamano la birra.   Fu scelto questo luogo per la presenza di fonti d’acqua pura, indispensabili per una buona birra. Poretti morì nel 1901 senza aver avuto figli, la società passò quindi ai nipoti che l’amministrarono…

  • Cosa vedere a Zagabria: Museo delle illusioni

    Il museo delle illusioni (Muzej Iluzija) si trova sulla Ilica 72, a circa 700mt da Trg J. Jelačića, la piazza centrale della città dove si trova la terrazza panoramica Zagreb 360°. La visita è possibile tutti i giorni dalle 9 alle 22 al costo di 40kn (5.40€) per gli adulti e 25kn per i bambini tra i 5 e i 15 anni. Gli unici giorni di chiusura sono Natale e Pasqua, mentre per S. Silvestro e Capodanno l’orario è ridotto. Il museo non è grandissimo e si sviluppa su due piani. Vicino ad ogni installazione è apposto un pannello esplicativo in quattro lingue: croato, inglese, tedesco e italiano, in modo…