piemonte

Caccia alle Big Bench: tour di 6 panchine nel Monferrato

La nostra caccia alle big bench prosegue.
Dopo aver visto tutte quelle vicino a casa ci siamo spinti un po’ più a est e siamo arrivati in Monferrato.

Il tour che vi proponiamo oggi è solo uno dei possibili nella zona.
Nel raggio di pochi chilometri ci sono 15 panchine (e altre 2 arriveranno a breve) quindi potete modificarlo a vostro piacimento.

Noi abbiamo deciso di concentrarci sulla zona sud del Monferrato, riuscendo a visitare 6 panchine. Tranne una, sono tutte raggiungibili in pochissimi minuti dal parcheggio.

Vi ricordo che tutte le panchine giganti installate fino ad oggi le potete vedere sul sito ufficiale bigbenchcommunityproject.org dove trovate la mappa per geolocalizzarle.

1° TAPPA: n° 92 San Salvatore Monferrato

Arrivando da sud questa panchina è visibile anche dall’autostrada perché è posizionata su una collina.

Per raggiungerla bisogna seguire le indicazioni per il B&B Olimpia che si trova proprio ai piedi della panchina.

Noi abbiamo parcheggiato a bordo strada, davanti alla partenza del breve sentiero. Bisogna camminare pochissimo ma il tratto da fare è in salita.

Una volta raggiunta la cima si ha la vista su colline.

2° TAPPA: n° 98 Lu

Ci spostiamo di pochi km e arriviamo a questa panchina con le vigne alle spalle e la vista su colline e il centro abitato di Lu.

Si parcheggia in uno spiazzo dal lato opposto della strada.

Per arrivare alla panchina si risale la collina per qualche decina di metri tra viti e campi coltivati.

3° TAPPA: n° 99 Cuccaro Monferrato

Se avete voglia di camminare sono presenti dei cartelli che propongono di arrivare a piedi qui dalla Big Bench di Lu ma sono 3.5 km tutti sotto il sole.

Fate attenzione a non parcheggiare dove parte la salita perché è divieto di sosta. Proseguite di qualche metro fino a raggiungere uno slargo sulla sinistra e tornate indietro a piedi.

Su tabUi viene segnalata un’area picnic presso questa panchina ma nella realtà non sono presenti tavoli. E’ possibile mettersi all’ombra di alcune piante ma per terra, usando la coperta da picnic.

Un lato della collina su cui è posizionata la panchina è coltivata a lavanda, per vederla in fiore il periodo migliore è l’inizio di giugno.

Anche da qui si gode di un’ottima vista sulle colline circostanti.

4° TAPPA: n°133 Fubine

Questa è stata la panchina più complicata da raggiungere del nostro giro.

Si lascia la macchina nel parcheggio segnalato presso il campo sportivo, dopodiché si deve proseguire a piedi per circa 2 km su una strada sterrata pianeggiante ma quasi tutta al sole.

La panchina si trova sopra una collina con un accesso un po’ ripido. Vista la condizione della salita credo che diventi difficoltoso salire dopo la pioggia perchè suppongo diventi tutto fango.

Tra le 6 panchine del nostro giro è stata quella che abbiamo trovato più sporca, rendendo impossibile sedersi senza riempirsi di terra.

Non lo abbiamo provato ma dovrebbe esserci anche un altro sentiero per arrivarci non segnalato. Si parcheggia a bordo strada all’altezza di Enosis srl, un centro di ricerca e consulenza enologica. La passeggiata dovrebbe essere più breve, circa 700 metri (44°58’40.8″N 8°26’06.8″E).

5° TAPPA: n° 107 Vignale Monferrato

La panchina si trova poco fuori Vignale Monferrato, sulla strada che porta a Casorzo.

Si parcheggia in un terreno davanti a una cascina e dopo una brevissima camminata si arriva alla big bench arancione e bianca immersa nelle vigne.

Da qui si vede il paese di Vignale Monferrato sulla collina e le vigne tutte attorno.

Per chi ha il passaporto dove raccogliere i timbri delle varie panchine visitate qui il timbro è il self service, conservato all’interno di una cassetta della posta stile americano.

6° TAPPA: n° 119 Camagna Monferrato

Ultima tappa della giornata è stata la panchina verde e rossa di Camagna Monferrato.

Ci troviamo lungo la strada provinciale 69, lasciate l’auto nei pressi dell’abitazione che trovate dalla parte opposta della strada rispetto al sentiero e poi proseguite a piedi.

Il tratto da percorrere è di circa 300 metri e in leggera salita. Da qui si ha una vista a 360° sulle colline.

Come anticipato all’inizio del post questa zona è ricca di Big Bench, potete crearvi il vostro personale itinerario scegliendo quelle che vi incuriosiscono di più.
Pensate che non abbiamo quasi mai incontrato le stesse persone durante le nostre tappe, cosa che invece è successa quando siamo stati a vedere quelle di Gattinara e Prato Sesia.

Sul nostro canale youtube trovate il video di questa giornata tra le panchine giganti del Monferrato.

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *